Sei in: Home » Articoli

Estate: nuove regole per sub e diportisti. Più controlli con il barca velox

Il tragico ripetersi delle tragedie in mare nei periodi estivi ha portato a un giro di vite contro gli 'spericolati' del mare. D'ora in avanti bisognerà prestare molta attenzione a velocità, alcol e distanze di sicurezza. Proprio nell'ottica di prevenire incidenti è stata emanata dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti una nuova direttiva sulla sicurezza in mare. Ecco le regole a cui ci si dovrà attenere quest'estate:
BARCA-VELOX Le capitanerie di porto intensificheranno il controllo sulla velocità con il 'barca velox', e faranno anche verifiche del tasso alcolico di chi si mette al timone (è allo studio l'utilizzo di un etilometro). Saranno sanzionati i diportisti che superano la velocità di 10 nodi entro mille metri dalle spiagge e 500 metri dai litorali con rocce a picco. Vicino ai porti poi il limite scende a 3 nodi. Si prevedono multe per chi sgarra fino a 8mila euro.

ACQUASCOOTER E WINDSURF Niente più moto d'acqua se non si ha la patente. In più bisogna essere maggiorenni per poterle guidare. Diventa anche obbligatorio l'obbligo delle cinture di sicurezza, un obbligo che interessa anche chi utilizza windsurf o kitesurf.

SUB Anche per i sub ci sono novità: è ora inftti obbligatorio l'uso di una luce gialla lampeggante per le immersioni notturne e del pallone di superficie gonfiabile (pedagno) utilizzabile in caso di distacco di emergenza dal gruppo.

Gli utenti hanno in ogni caso la possiblità di contattare il numero d'emergenza 1530.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(19/07/2009 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF