Sei in: Home » Articoli

Privacy: sistema informativo dipendenze nella Sanità

Il Garante per la protezione dei dati personali (comunicato del 19.5.2009) ha reso noto di aver stabilito maggiori protezioni per i dati di tossicodipendenti e di alcolisti che si sottopongono a programmi di recupero socio-sanitari tra le quali maggiori misure di sicurezza dei flussi di dati e delle reti telematiche, l'uso di dati anonimi quando non sia possibile ricorrere a codici, selettività e tracciabilità degli accessi. L'Autorità Garante, in risposta al quesito postogli dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali sullo schema di decreto che istituisce il sistema informativo per le dipendenze (Sind), ha precisato che le Regioni e le Province autonome dovranno mettere a disposizione del Sind informazioni relative a strutture, attività e personale dei servizi che si occupano delle dipendenze.
Tra gli obiettivi che si intendono raggiungere mediante il Sind è quindi il monitoraggio dell'attività dei servizi, del volume delle prestazioni, delle caratteristiche dell'utenza e la valutazione del grado di efficienza e di utilizzo delle risorse. Al fine di innalzare le garanzie per i pazienti, il Garante, nel suo parere, ha ritenuto necessario che lo schema svenga integrato con indicazioni mirate in materia di sicurezza: in particolare, perfezionando la disposizione che prevede il ricorso a tecniche di cifratura dei dati sensibili e prevedendo il tracciamento delle operazioni di accesso al sistema dedicato alla memorizzazione dei dati. Dovranno essere infine individuate modalità per la distruzione sicura dei supporti (hard disk, cd etc.) che contengono dati sensibili.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(06/06/2009 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Il reato di violenza privata
» Cassazione: non presentarsi all'udienza è remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Niente stupro se la vittima dice basta ma non urla
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Omicidio stradale: arriva una nuova riformaOmicidio stradale: arriva una nuova riforma
Se Equitalia sbaglia paga spese e danniSe Equitalia sbaglia paga spese e danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF