Sei in: Home » Articoli

Privacy: informazioni reperite da Facebook? Debbono sempre essere verificate

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter del 19.05.2009) ha reso noto di aver chiarito che i giornalisti che utilizzano notizie, fotografie e dati personali tratti dai social network (es. face book), al fine di esercitare correttamente il diritto di cronaca, devono sempre verificare le informazioni raccolte. Con questa decisione, l'Autorità garante ha deciso il caso sollevato da alcuni utenti che si erano visti pubblicare, su alcuni quotidiani, la propria immagine presa da Facebook ed erroneamente associata a persone omonime decedute.
Secondo il Garante, nel caso di specie, i giornalisti non hanno esercitato correttamente il diritto di cronaca omettendo di verificare l'esattezza delle informazioni reperite su Internet.
(30/05/2009 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
In evidenza oggi
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF