Sei in: Home » Articoli

In libreria: L'irragionevole durata dei processi

Nel 2001 è entrata in vigore la cosiddetta "Legge Pinto". Dopo anni di condanne in sede europea, il legislatore ha quindi introdotto un sistema di tutela per le vittime delle lungaggini dei processi nazionali. Questo testo vuole essere uno strumento per coloro i quali siano stati vittime di queste violazioni di un diritto fondamentale, quello che prevede che la decisione sia resa in un tempo ragionevole, così come previsto dalla Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo. L'opera si rivolge in particolare ai giuristi ed agli operatori del diritto, che intendono far propri i meccanismi e le procedure giudiziarie previste dalla Corte europea dei Diritti dell'Uomo e dalla "Legge Pinto". Infine, questo libro vuole rappresentare uno stimolo alla riapertutra di una discussione generale sulla questione della durata del processo.
Poiché, come noto, i rimedi previsti dal legislatore nazionale sino ad oggi costituiscono uno strumento di tutela, ma non di prevenzione.
Vedi allegato
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(21/06/2009 - arkivia)
Le più lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza è remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero creditiStalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF