Sei in: Home » Articoli

Lotta alla contraffazione: Unione Nazionale Consumatori si dichiara soddisfatta per campagna ministeriale

“In passato ci siamo più volte esposti a favore di un inasprimento delle norme e delle pene per i contraffattori, auspicando anche l'istituzione di un Garante a tutela dell'autenticità dei prodotti. Spero che questa campagna possa essere l'incoraggiamento decisivo per compiere questo importante passo”. Sono queste le prole di commento dell'Unione Nazionale Consumatori che attraverso la voce del sua Presidente, si dichiara soddisfatta in riferimento alla capagna ministeriale contro la Contraffazione. È infatti operativa “una diretta dedicata al servizio delle imprese e dei consumatori ovvero per segnalare casi di contraffazione o violazione delle norme che tutelano il Made in Italy”, come si legge in una nota del Ministero dello Sviluppo economico. “Esprimiamo vivo apprezzamento per la campagna di comunicazione promossa dal Ministero dello Sviluppo economico - continua il Presidente Massimiliano Dona - sulla lotta alla contraffazione, un fenomeno dannoso che oltre a colpire seriamente l'economia nuoce al consumatore”. Dona conclude dichiarando che le norme sulla sicurezza dei prodotti non vengono sempre rispettate mettendo così a repentaglio l'incolumità dei consumatori, “basti pensare – conclude Dona - che nella classifica dei settori maggiormente colpiti, gli alimentari e i medicinali occupano un posto di rilievo”.
(26/04/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» La querela di falso
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Contratto di convivenza: come funziona
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
In evidenza oggi
In arrivo carcere fino a 8 anni per chi truffa gli anziani al telefonoIn arrivo carcere fino a 8 anni per chi truffa gli anziani al telefono
Giudici e avvocati: serve più sicurezza nei tribunaliGiudici e avvocati: serve più sicurezza nei tribunali
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF