Sei in: Home » Articoli

In libreria: La rivista di Neldiritto (2009) [volume 2]

"La Rivista Neldiritto" nasce dal confronto tra professori, avvocati e magistrati, convinti della imperiosa necessità di un percorso di formazione ed aggiornamento comune. La rivista è connotata dall'integrazione tra il fascicolo cartaceo mensile e la rivista on line www.neldiritto.it: è quanto consente di inserire nel fascicolo cartaceo solo contenuti (ricostruzioni dottrinali e giurisprudenziali, commenti, focus), evitando di appesantirlo con sentenze per esteso, pubblicate nella rivista on line. All'interno del fascicolo cartaceo sono così segnalati, con apposito segno grafico, i provvedimenti che è consentito consultare sulla rivista on line. Ciascuna sezione si articola in cinque parti: il Punto: una trattazione, dottrinale e giurisprudenziale, con taglio critico e problematico; la selezione di giurisprudenza con ricostruzione del dibattito: una ricognizione delle tesi emerse in dottrina e giurisprudenza su questioni selezionate tenendo conto delle attualità pretorie; l'osservatorio: una ricostruzione più asciutta dei percorsi giurisprudenziali, svolta al fine di evidenziare eventuali contrasti o conferme nelle opzioni pretorie; il focus sul processo; la sentenza del mese, con nota di commento. In questo numero: caparra confirmatoria, le sezioni unite; forma del testamento; CEDU e diritto penale; natura del reato continuato, le sezioni unite, la responsabilità precontrattuale della P. A.; l'acquisizione sanante, il decreto legge stalking, stupri e ronde.


- Prezzo: € 18.00
- Neldiritto.it 2009
- Pagine 302

Acquista on line

Cerca altri libri:



(16/04/2009 - Recensione)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Il pignoramento del conto cointestato
» Il perfezionamento della notifica di un atto giudiziario consegnato a persona diversa dal destinatario
» Gli avvocati non crescono più
» Polizza furto auto: condannata la compagnia di assicurazioni che non dà la prova contraria
In evidenza oggi
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Licenziamento anche per l'assenza di pochi minutiLicenziamento anche per l'assenza di pochi minuti
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF