Sei in: Home » Articoli

Cassazione: factotum della società? E' punibile per bancarotta anche se non è amministratore

La Quinta Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 7044/2009) ha stabilito che il factotum di una società risponde di bancarotta fraudolenta e ciò anche se, per statuto, l'amministratore è un'altra persona. Gli Ermellini hanno infatti precisato che “nei reati di bancarotta in ambito societario, soggetto attivo può essere anche colui che svolga, in via di mero fatto, come nella specie, il […], le funzioni di amministratore, poiché le fattispecie legali non introducono alcuna distinzione tra ruolo corrispondente ad una carica formale ed analoga funzione esercitata in via di fatto. E tale funzione può ricavarsi dall'inserimento del soggetto, in qualsiasi momento dell''iter' di organizzazione, produzione e commercializzazione dei beni e servizi.
Il fatto che […]fosse il factotum della società e che tutte le bolle di consegna o trasporto fossero firmate dallo stesso senza che avesse alcun incarico ufficiale, dimostra che egli si occupava in via esclusiva e di mero fatto della gestione e della commercializzazione dei beni”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(25/02/2009 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF