Sei in: Home » Articoli

Intercettazioni: Anm, modifiche disciplina penalizzano indagini su pedofilia

La delegazione dell'Associazione nazionale magistrati nell'audizione del 18 febbraio scorso in commissione giustizia alla Camera dei deputati (dove sono in discussione le nuove disposizioni in materia di pedofilia) ha segnalato che "Anche nelle indagini sulla pedofilia le modifiche alla disciplina sulle intercettazioni potranno avere effetti gravissimi". L'Anm pur riconoscendo la valenza positiva di alcune delle disposizioni normative proposte, suggerisce l'approfondimento di alcuni punti e tra questi l'introduzione di nuove fattispecie penali a tutela del minore e l'introduzione di norme processuali ad hoc quando si procede per reati in cui minore è persona offesa, con speciale riferimento alla formazione della prova. Secondo l'Anm è anche necessario prevedere "l'aumento dei limiti di pena detentiva e delle pene accessorie" e stabilire "peculiarità sui termini di prescrizione", oltre che ampliare le “fattispecie perseguibili d'ufficio". La delegazione ha infine sottolineato come "le modifiche in discussione in materia di intercettazioni telefoniche e ambientali possano produrre gravissime conseguenze nel perseguimento di queste tipologie di reati, nei quali è frequente e diffuso l'uso di strumenti di comunicazione telematica, come testimoniato dai numerosi casi, anche recenti, di indagini nelle quali le intercettazioni hanno consentito di individuare i responsabili di gravi fatti di pedofilia e di acquisire 'gravi indizi di colpevolezza' a loro carico".
(20/02/2009 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Il pignoramento del conto cointestato
» Il perfezionamento della notifica di un atto giudiziario consegnato a persona diversa dal destinatario
» Gli avvocati non crescono più
» Polizza furto auto: condannata la compagnia di assicurazioni che non dà la prova contraria
In evidenza oggi
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Licenziamento anche per l'assenza di pochi minutiLicenziamento anche per l'assenza di pochi minuti
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF