Sei in: Home » Articoli

Scuola: professore anti-crocifisso convocato da consiglio di disciplina

Il noto professore di Terni che, per rivendicare la libertÓ di insegnamento, la libertÓ religiosa e la laicitÓ dello stato della scuola pubblica, ha rimosso il crocifisso affisso sulla parete dietro la cattedra durante l'ora della sua lezione Ŕ stato convocato dal Consiglio di disciplina Cnpi (Consiglio nazionale della pubblica istruzione). A difendere il prof, invece, scende in campo il Cobas che ha annunciato una manifestazione di solidarietÓ al docente che si terrÓ a Roma in piazza della Repubblica alle ore 15, Piero Bernocchi, portavoce nazionale Cobas, ha dichiarato che "L'ordine del dirigente scolastico dell'istituto 'Casagrande' di Terni di non rimuovere il crocifisso e la minaccia di provvedimenti disciplinari si configurano come atti discriminatori sul luogo di lavoro.
Per giunta va ricordato che non esiste alcuna norma che preveda l'obbligo del crocifisso in aula, essendo abrogate le norme fasciste che inserivano il crocifisso tra gli arredi scolastici nelle scuole elementari e medie, in base alla sentenza della Cassazione del 1 marzo 2000''. Secondo Bernocchi si tratterebbe di un attacco discriminatorio che ôsi inserisce in un quadro caratterizzato dalle sistematiche ingerenze della chiesa cattolica nelle vita politica italiana, di cui abbiamo avuto eclatanti dimostrazioni in questi giorni con la presentazione da parte del governo prima di un decreto legge e poi di un ddl, scritti sotto la dettatura del Vaticano, che puntavano a invalidare una sentenza della Corte di Cassazione e a violare pesantemente la tutela delle libertÓ personale di una donna da 17 anni in stato vegetativo irreversibile''.
(11/02/2009 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» I procedimenti in camera di consiglio
» ResponsabilitÓ medica: reato di omicidio per il sanitario che sbaglia il triage
» Riforma giudici di pace: da oggi in vigore
» Leva obbligatoria per 8 mesi: la proposta al Senato
» Studi legali: addio al chiuso per ferie
In evidenza oggi
Avvocati e professionisti: i versamenti sul conto corrente vanno giustificatiAvvocati e professionisti: i versamenti sul conto corrente vanno giustificati
Divorzio: il risparmio del marito sul mantenimento dei figli non giova all'ex moglieDivorzio: il risparmio del marito sul mantenimento dei figli non giova all'ex moglie
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF