Sei in: Home » Articoli

Irena, Italia sigla protocollo sullo sviluppo energetico sostenibile

È stata siglata il 28 gennaio a Bonn, l'adesione del nostro paese all'Agenzia Internazionale per lo sviluppo delle fonti rinnovabili (IRENA), alla presenza dell'Ambasciatore Antonio Puri Purini. Il protocollo d'intesa, firmato da altri 75 paesi, mira a rafforzare la collaborazione “per un approvvigionamento energetico sicuro e sostenibile”, come rende noto un comunicato stampa diffuso dal governo. Il ministro degli esteri Franco Frattini ha espresso “vivo apprezzamento” in merito e inoltre dichiarato che “l'adesione dell‘Italia e' dettata dalla convinzione che una risposta efficace alla sfida energetico-ambientale passi, da un lato, attraverso la promozione delle fonti rinnovabili e, dall'altro, attraverso la creazione di un nuovo sistema di governance mondiale”. “Nel quadro delle priorità della Presidenza italiana del G8 in materia ambientale e di sviluppo sostenibile, - si legge ancora dalla nota diffusa dal Governo - l'Italia accoglie con favore la costituzione di IRENA quale contributo alla diffusione di best practices ed allo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche, nonché al trasferimento tecnologico a favore dei Paesi in Via di Sviluppo”. IRENA, International Renewable Energy Agency, è un'iniziativa lanciata dalla Germania nel 2006 insieme ad altri paesi e, in particolare, insieme alla Danimarca e alla Spagna.
Ora anche attraverso in l'impegno del nostro paese. “Vogliamo invitare tutte le parti interessate a sostenere IRENA affinché questi aiuti possano aprire la strada verso un futuro a base di energia sostenibile”, come si legge nel sito dell'agenzia in merito agli obiettivi di IRENA.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(01/02/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF