Sei in: Home » Articoli

Lavoro: proroga del regime transitorio per l'accesso al mercato del lavoro nei confronti dei cittadini rumeni e bulgari

Il Ministero del Lavoro, rende noto attraverso la circolare n.1/2009 che continuerà ad avvalersi del “regime transitorio relativamente alle procedure per l'accesso al mercato del lavoro nei confronti dei cittadini rumeni e bulgari, per un ulteriore anno, fino al 31 dicembre 2009, in vista della completa liberalizzazione del lavoro subordinato”. Il Ministero del Lavoro quindi conferma quanto già disposto in materia di accesso al lavoro dei cittadini bulgari e rumeni dalle precedenti circolari congiunte del Ministero del Lavoro e del Ministero della Solidarietà Sociale e in particolare dalla circolare n.2 del 28 Dicembre 2006 e n.3 del 3 gennaio 2007 e n.1 del 4 gennaio 2008 per quanto riguarda soltanto alcuni settori produttivi come ad esempio nel settore agricolo e turistico, lavoro domestico e assistenziale, edilizio, metalmeccanico, dirigenziale e altamente qualificato. In questi settori quindi non ci sarà nessun tipo di restrizione ne procedure specifiche.
Per tutti gli altri settori, l'assunzione di lavoratori bulgari e rumeni è subordinata alla presentazione di richieste di nulla osta presso lo Sportello Unico per l'Immigrazione. La circolare precisa inoltre che per rilascio del nulla osta avverrà attraverso la procedura semplificata secondo quanto disposto dalle circolari appena citate.
(18/01/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» La querela di falso
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
In evidenza oggi
Multe stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartellaMulte stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartella
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF