Sei in: Home » Articoli

INAIL: al via il bando per il rinnovo degli edifici scolastici

L'Inail (Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) ha reso noto la sua intenzione di voler finanziare, in via sperimentale e per il triennio 2007-2009, i progetti che hanno lo scopo di migliorare le condizioni degli istituti scolastici sotto il profilo della normativa sulla sicurezza e l'igiene dei luoghi di lavoro, o di abbattere le barriere architettoniche. L'Istituto ha quindi reso noto che il bando, pubblicato in GU, serie speciale - contratti pubblici, del 29 dicembre 2008, prevede che le richieste di finanziamento debbono essere presentate entro il 20 marzo 2009 alle Regioni o alle Province autonome di Trento e Bolzano, a seconda della competenza territoriale e che il finanziamento per l'anno 2008 é di 50 milioni di euro.
Infine, è stato reso noto che le graduatorie del bando, saranno utilizzate anche per l'erogazione della terza annualità del finanziamento fino alla concorrenza dei 20 milioni di euro previsti per l'anno 2009 ad esaurimento dell'importo complessivo per il triennio (2007/2009). I fondi verranno ripartiti tra le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, sulla base di una media ponderata determinata a fronte del numero delle sedi scolastiche, degli alunni e del personale scolastico, delle situazioni di handicap, degli infortuni scolastici riconosciuti dall'INAIL sul territorio interessato. In sede di riparto verrà assegnato alle Regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, un bonus pari al 10% dell'importo complessivo previsto per gli anni 2008/2009. i destinatari del finanziamento sono gli Enti locali proprietari degli edifici scolastici pubblici, sede di istituti pubblici di istruzione secondaria di primo grado e superiore e le domande possono riguardare gli edifici in cui coesistono, oltre alle classi dei suddetti istituti, anche classi di scuola materna e/o elementare nonché i convitti annessi agli edifici scolastici.
(17/01/2009 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF