Sei in: Home » Articoli

Cassazione: danni causati dalla PA? Ottenere il risarcimento sarà più facile

Il cittadino che subisce un danno dalle decisioni adottate dalla PA, ha diritto ad ottenere il risarcimento del danno e ciò anche se l'atto dell'Ente pubblico non viene annullato dal Tar. Lo hanno stabilito le Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione con la Sent. n. 30254/2008, con la quale, tornando sul delicatissimo tema della pregiudiziale di annullamento ai fini della tutela risarcitoria degli interessi legittimi, hanno enunciato il seguente principio di diritto: “se viene proposta al giudice amministrativo una domanda risarcitoria autonoma che chiede la condanna al risarcimento del danno provocato dall'esercizio illegittimo della funzione amministrativa, è viziata da violazione di norme sulla giurisdizione la decisione del giudice amministrativo che nega la tutela risarcitoria degli interessi legittimi sul presupposto che l'illegittimità dell'atto amministrativo debba essere stata precedentemente richiesta e dichiarata”. Con questa decisione, la Corte ha infine chiarito che saranno considerate censurabili le decisioni dei Giudici amministrativi che dovessero ‘negare la tutela risarcitoria degli interessi legittimi sul presupposto che l'illegittimità dell'atto amministrativo debba essere stata precedentemente richiesta e dichiarata'.
(12/01/2009 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
» Pensioni: allo studio lo sconto di tre anni per l'uscita anticipata delle donne
» Per amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratis
» Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
» Separazione: va mantenuta la ex disoccupata anche se può trovarsi un lavoro
In evidenza oggi
Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticantiAvvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
Giudizio di cassazione e adunanza camerale: se il controricorso è tardivo, la memoria ora è ammissibileGiudizio di cassazione e adunanza camerale: se il controricorso è tardivo, la memoria ora è ammissibile
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF