Sei in: Home » Articoli

Camera: approvato definitivamente il decreto su università e ricerca. Adesso è legge

La Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180, recante disposizioni urgenti per il diritto allo studio, la valorizzazione del merito e la qualità del sistema universitario e della ricerca. Le principali novità introdotte nel sistema universitario riguardano le disposizioni per il reclutamento dei docenti e dei ricercatori e i premi per le università virtuose e per gli studenti più meritevoli. L'art. 1 del provvedimento, in relazione al “reclutamento nelle università e per gli enti di ricerca” pone innanzitutto alcune limitazioni all'indizione di procedure concorsuali e di valutazione comparativa, nonché all'assunzione di personale; per le procedure di valutazione comparativa per il reclutamento dei professori universitari di I e II fascia della prima e della seconda sessione 2008, le commissioni giudicatrici saranno “composte da un professore ordinario nominato dalla facoltà che ha richiesto il bando e da quattro professori ordinari sorteggiati in una lista di commissari eletti tra i professori ordinari appartenenti al settore scientifico-disciplinare oggetto del bando, in numero triplo rispetto al numero dei commissari complessivamente necessari nella sessione. L'elettorato attivo e' costituito dai professori ordinari e straordinari appartenenti al settore oggetto del bando”. Sempre a norma dell'art. 1 sono “esclusi dal sorteggio relativo a ciascuna commissione i professori che appartengono all'università che ha richiesto il bando”. Cambiano le regole anche per il reclutamento dei ricercatori: “fino al 31 dicembre 2009, le commissioni per la valutazione £comparativa dei candidati saranno composte da un professore ordinario o da un professore associato nominato dalla facoltà che ha richiesto il bando e da due professori ordinari sorteggiati in una lista di commissari eletti tra i professori ordinari appartenenti al settore disciplinare oggetto del bando, in numero triplo rispetto al numero dei commissari complessivamente necessari nella sessione”. Anche in tal caso l'elettorato attivo e' costituito dai professori ordinari e straordinari appartenenti al settore oggetto del bando. Sono esclusi dal sorteggio relativo a ciascuna commissione i professori che appartengono all'università che ha richiesto il bando. Quanto ai criteri per al valutazione comparativa si prevede che sarà effettuata “sulla base dei titoli e delle pubblicazioni dei candidati, ivi compresa la tesi di dottorato, utilizzando parametri, riconosciuti anche in ambito internazionale”. L'articolo 2 introduce poi “Misure per la qualità del sistema universitario” Una quota non inferiore al 7 per cento del fondo di finanziamento ordinario sarà ripartita prendendo in considerazione: la qualità dell'offerta formativa e i risultati dei processi formativi; la qualità della ricerca scientifica; la qualità, l'efficacia e l'efficienza delle sedi didattiche. L'articolo 3 introduce poi disposizioni per favorire il diritto allo studio universitario dei capaci e dei meritevoli. Il fondo “per il finanziamento dei progetti volti alla realizzazione degli alloggi e residenze di cui alla legge 14 novembre 2000, n. 338, e' integrato di 65 milioni di euro per l'anno 2009”. Viene anche incrementato il fondo destinato a garantire agli studenti capaci e meritevoli le borse di studio.

Vai al testo del Decreto 180
Vedi anche decreto 137/2008
(09/01/2009 - Notiziario)
Le più lette:
» Il contratto di locazione - contenuto e forma. Con fac-simile
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
» Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
» Auto: dal 2018 con il documento unico per chi non paga il bollo radiazione sicura
In evidenza oggi
Avvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesaAvvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesa
Divorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al meseDivorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al mese
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF