Sei in: Home » Articoli

Contribuenti.it: Oltre 3 milioni di cittadini stanno ancora pagando i debiti di Natale 2007

Secondo un recente comunicato stampa dell'Associazione dei Contribuenti Italiani, oltre 3 milioni di italiani stanno ancora pagando i debiti del Natale 2007. Nel corso del convegno “Bilancio familiare e la cultura antidebito”, tenutosi nella capitale partenopea, è emerso che gli italiani pagheranno le spese di questo Natale attraverso una carta di credito, ma molti di loro non hanno ancora finito di pagare i debiti del 2007. Infatti come afferma il Presidente dell'Associazione dei Contribuenti Italiani, Vittorio Carlomagno, “le carte di credito rappresentano un grosso problema.
Sempre di più assistiamo gente disperata che dichiara di aver contratto debiti per migliaia di euro, solo per le spese natalizie". Lo studio condotto da KRLS Network of Business Ethics per conto dell'associazione, ha inoltre evidenziato che la situazione finanziaria si fa sempre più insostenibile e il fisco diventa sempre più gravoso sull'economia degli italiani. "Ci sono tantissime offerte tentatrici – conclude Carlomagno - che inducono le persone a non pensare che arriverà prima o poi il giorno di pagare il debito, che non ci si può permettere. E' meglio essere pragmatici, magari acquistando ottimi prodotti originali made in China".
(25/12/2008 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Isee: i Caf sospendono il servizio dal 15 maggio
» Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
» Carta d'identità elettronica: al via da oggi
» Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!
» Condominio: multe fino a 2mila euro al mese all'amministratore che non comunica i nomi dei morosi
In evidenza oggi
Niente foto dei figli su Facebook: accordo dei genitori davanti al giudiceNiente foto dei figli su Facebook: accordo dei genitori davanti al giudice
Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratisOgni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF