Sei in: Home » Articoli

Cassazione: querelante non partecipa al processo? Non è rimessione tacita della querela

Le Sezioni Unite Penali della Corte di Cassazione (Sent. n. 46088/2008) ha stabilito che i procedimenti penali proseguono e vanno avanti anche in assenza in aula del denunciante. La sua assenza non configura quindi una tacita rimessione della querela e ciò anche se il Giudice aveva sollecitato la sua partecipazione in giudizio. Gli Ermellini hanno quindi evidenziato il seguente principio di diritto “all'infuori dell'ipotesi espressamente e specificamente disciplinata dagli artt. 21, 28 e 30 D. Lgs.vo 28 agosto 2000, n. 274, la mancata comparizione del querelante nel processo, nonostante la sollecitazione del giudice a comparire, non configura una rimessione tacita di querela”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(18/12/2008 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Corrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungateCorrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungate
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF