Sei in: Home » Articoli

Decreto Anticrisi: Consulenti del lavoro giÓ pronti con sistema posta elettronica certificata

A seguito delle nuove disposizioni contenute nel decreto anti crisi, i Consulenti del lavoro sono giÓ pronti a partire con il sistema della posta elettronica certificata. I Consigli provinciali dell'Ordine, infatti, possono giÓ attivare il sistema per la gestione delle pratiche con la pubblica amministrazione. Si Ŕ previsto un documento unico di iscrizione ('Dui') in formato tessera magnetica per tutti gli iscritti all'Ordine dei consulenti del lavoro, che sarÓ al tempo stesso documento di identitÓ, firma digitale, certificato di ruolo e sarÓ associato a una posta elettronica.
Ma cosa prevede il Decreto anti crisi? L'articolo 16 del decreto legge prevede che societa', professionisti e amministrazioni pubbliche dovranno munirsi di un indirizzo di posta elettronica certificata. In tal modo le comunicazioni tra questi soggetti potranno avvenire in via telematica ed avranno la stessa efficacia di una raccomandata con ricevuta di ritorno anche se il destinatario non ha dichiarato la sua disponibilitÓ ad accettarne l'utilizzo. Entro un anno dall'entrata in vigore del decreto, tutti i professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge statale dovranno comunicare ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata. I consulenti del lavoro grazie all'accordo quadro siglato dal Consiglio nazionale dell'Ordine e Teleconsul Editore Spa avranno a disposizione, il sistema di identificazione certificata indispensabile per la gestione delle pratiche telematiche con gli istituti. Ogni iscritto ha a disposizione una casella di posta elettronica certificata istituzionale, la 'card' con la firma digitale e il certificato di ruolo gestito direttamente dal Consiglio nazionale (un'attestazione digitale del possesso di una qualifica professionale). Cosa interessante Ŕ che la card costituisce anche documento di riconoscimento personale e pu˛ essere utilizzata per la registrazione ai convegni validi per la formazione continua obbligatoria.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/12/2008 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» EreditÓ: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF