Sei in: Home » Articoli

Giustizia: Castelli, depenalizziamo ma senza lassismo

Roma (Adnkronos) - Pene certe e nessun lassismo nel nuovo codice penale. Il ministro della Giustizia, Roberto Castelli, presenta cosi' i primi principi cardine del nuovo codice penale che sara' riformato dalla Commissione Nordio. Cancellati o rivisti oltre 200 reati del codice Rocco vecchio di 75 anni. ''Ma -tiene a precisare il Guardasigilli- la depenalizzazione non significa affatto lassismo. Anzi il nuovo codice vuole dare un segnale di rigore e garantire pene certe, rapide, in modo da introdurre misure deterrenti piu' efficaci''. Saranno depenalizzati i vilipendi e i cosiddetti 'delitti di opinione'. ''Un terreno delicato questo - osserva Castelli -. Abbiamo voluto fare una distinzione tra pensiero e azione, salvaguardano la liberta' del cittadino di esprimere le proprie opinioni che possono anche non essere condivise o urtare la sensibilita' di chi le riceve.
Insomma -sintetizza Castelli- un cittadino deve poter dire le sciocchezze piu' grandi che crede. Cio' che importa e' la responsabilita'''. Il ministro si serve di un esempio. Quello della bandiera nazionale. Se oggi si finisce in carcere sia parlandone male sia bruciandola in luogo pubblico, con il nuovo codice della Commissione Nordio la reclusione scattera' solo se si passera' ai fatti. ''Si tratta di un primo frutto parziale, certamente non esaustivo -precisa il Guardasigilli- ma significativo del lavoro della Commissione che ha lavorato in termini rapidi e che la stessa aveva presentato prima delle vacanze estive''.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/01/2003 - Adnkronos)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF