Sei in: Home » Articoli

Divorzi: ANM, su diritto famiglia troppe norme, serve certezza

Roma (Adnkronos) - Il diritto di famiglia e' regolato da ''un insoddisfacente impianto normativo'' e da ''difformita' di prassi'' che porta a ''soluzioni contrastanti''. E' necessario quindi arrivare a ''soluzioni armoniche e non frammentarie'', ''in tempi ragionevoli''. Modificando innanzitutto le norme dei processi di separazione e divorzio, ma anche quelle sull'affidamento dei figli, riconoscendo ''l'essenziale quanto irrinunicabile principio della bi-genitorialita'''. Sono le conclusioni a cui e' giunta la commissione di studio sul diritto di famiglia, istituita dall'Associazione nazionale magistrati, dopo aver elaborato i dati di un monitoraggio svolto su un ''significativo'' campione di uffici giudiziari.
Dalle prime valutazioni, riferisce in una nota l'Anm, emergono ''difficolta' interpretative, riferibili ad un insoddisfacente impianto normativo, e difformita' di prassi, con conseguenti soluzioni contrastanti''. Occorre quindi che ''le numerose iniziative di riforma in tema di diritto di famiglia, pendenti in Parlamento, possano in tempi ragionevoli completare il loro iter, dando luogo a soluzioni armoniche e non frammentarie, nell'ambito di una visione unitaria''.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(26/01/2003 - Adnkronos)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF