Sei in: Home » Articoli

Ancora in tema di Autovelox

La Corte di Cassazione chiamata, ancora una volta, a pronunciarsi sulla validità dei verbali d'accertamento, emessi a seguito delle rilevazioni autovelox, ha affermato (Sent. 12105/2001) che la multa deve ritenersi valida anche quando la firma apposta nel verbale sia diversa da quella di chi materialmente eseguì la rilevazione. La Corte ha ritenuto, infatti, che ciò possa accadere in ragione della necessaria informatizzazione del servizio precisando che, in ogni caso, quando si parla di ?organo accertatore? si fa riferimento all?intera organizzazione dell?ufficio cui appartiene l?agente rilevatore.
(21/12/2001 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Fermo amministrativo: la giurisdizione
» Obbligare la moglie a discutere è reato
In evidenza oggi
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelleAvvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF