Sei in: Home » Articoli

Codacons: dati Istat fuorvianti, i poveri sono 1/3 della popolazione

Secondo i dati Istat, il 12,5% dell'intera popolazione nazionale sarebbe sotto la soglia di povertà. Sarebbero, infatti, circa 2.653.000 i nuclei familiari che non ce la fanno ad arrivare a fine mese anche se il Codacons, l'associazione che si batte per tutelare i consumatori, commentando questi dati, ci tiene a precisare che il dato deve essere messo in relazione anche a quelle famiglie “quasi povere” che si sistemano poco sopra la soglia della povertà e che ugualmente avrebbero difficoltà ad andare avanti un mese intero. Proprio nei giorni scorsi, infatti, l'associazione avrebbe presentato a Castel Sant'angelo nella Capitale, il nuovo calendario 2009 con solo tre settimane al mese, come metafora delle difficoltà delle famiglie italiane di arrivare all'ultima settimana con qualche soldo in tasca.
Un recente comunicato stampa dell'associazione fa sapere infine che i cosiddetti quasi-poveri sarebbero il doppio dei poveri veri e propri: sommati ai dati Istat, si arriva ad un totale di 1/3 della popolazione con serie difficoltà economiche.
(22/11/2008 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuitiAvvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF