Sei in: Home » Articoli

Evasione fiscale: in Italia dati allarmanti

“E' necessaria un'illuminante politica di collaborazione con le associazioni rappresentative dei contribuenti per generare un'autentica cultura antievasione”. Lo ha affermato Vittorio Carlomagno di fronte ai dati sconcertanti sull'evasione fiscale in Italia. Si afferma così prima in tutta Europa, il nostro paese, con il più alto tasso di reddito imponibile non dichiarato. Con il 48 %, l'Italia primeggia nella lista dei paesi più scorretti con una percentuale che cresce del 3,3%. Al secondo posto, con il 41 %, la Bulgaria e a seguire Estonia, Slovacchia.
Chiudono la lista Inghilterra, Belgio e Svezia che sarebbero invece i paesi più corretti. La Svezia con solo il 7%, si aggiudica il primato di paese più rispettoso delle leggi fiscali. Con l'indagine di Contribuenti.it, svolta attraverso i dati forniti dalla Polizia Tributaria dei Paesi appartenenti all'Unione Europea, è anche emerso che solo un cittadino su cinque conosce il motivo per cui si pagano le tasse, mentre gli altri quattro sarebbero poco fiduciosi verso le istituzioni e stanchi di pagare per servizi assistenziali costituzionalmente dovuti ma non garantiti dal welfare state, troppo burocratizzato. Ma all'interno del nostro territorio ci sono grandi differenze: è solo del 18,9% la percentuale dell'evasione fiscale nel nord-est. Il primato negativo va al sud, con il 35,5%. “Di fronte a un fenomeno così pervasivo - conclude Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it - servono strategie fiscali diverse. Bisogna puntare sulla tax compliance anziché sui tradizionali strumenti di repressione.”
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(21/10/2008 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» Divorzio: le tre vie per dirsi addio
» Lavoro: statali, arriva la stretta su malattie e permessi
» Mantenimento: al via l'aiuto di Stato per l'assegno all'ex
» Unioni civili: partner come il coniuge, cambia il codice penale
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF