Sei in: Home » Articoli

Privacy: no alla vendita banche dati on line senza informare gli interessati

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter n. 311/2008) ha reso noto di aver vietato a un piccolo imprenditore di vendere sul proprio sito web banche dati senza informare gli interessati. L'AutoritÓ ha quindi precisato che le norme sulla protezione dei dati personali stabiliscono che Ŕ lecito estrarre e raccogliere dati personali, senza la necessitÓ di avere il consenso degli interessati, da pubblici registri, documenti o elenchi conoscibili da chiunque. Ma le norme precisano anche che Ŕ obbligatorio informare gli interessati della costituzione della banca dati e degli scopi per i quali le loro informazioni personali verranno usate (compresa ovviamente la cessione o la vendita a terzi), in modo tale da consentire ai medesimi interessati di potersi opporre, se lo ritengono, al trattamento dei propri dati.
Venendo a mancare questa informativa, i dati risultano trattati in violazione della disciplina in materia di privacy e non possono pi¨ essere utilizzati.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(06/09/2008 - Cristina Matricardi)
Le pi¨ lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'Ŕ dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietÓ
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione Ŕ abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio Ŕ stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF