Sei in: Home » Articoli

Senato: convertito in legge il decreto che abolisce l'ICI sulla prima casa

Il Senato, lo scorso 17 luglio, con Ddl n. 866, ha convertito definitivamente in legge, il decreto che ha abolito l'ICI sulla prima casa. Il provvedimento dispone quindi la totale esenzione per la prima abitazione mentre sono esclusi dall'esenzione gli immobili signorili, le ville e i castelli, ai quali, pertanto, continua ad applicarsi solo la detrazione 'ordinaria' di Euro 103,29 su base annua.
Nel provvedimento Ŕ stato previsto il rimborso ai Comuni della minore imposta ed Ŕ stato stabilito che entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legge, dovranno essere indicate le modalitÓ e i criteri per l'erogazione di tale rimborso.
L'attuazione del rimborso Ŕ demandata al Ministro dell'Interno che dovrÓ emanare un decreto entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto-legge.
Il Senato ha poi disposto la sospensione del potere delle Regioni e degli Enti Locali di deliberare aumenti di tributi, addizionali, aliquote ovvero maggiorazioni di aliquote di tributi ad essi attribuiti con legge dello Stato. Tale norma avrÓ effetto a decorrere dall'esercizio 2009 e fino alla definizione dei contenuti del nuovo patto di stabilitÓ, in funzione della attuazione del federalismo fiscale. Sono naturalmente fatti salvi, gli aumenti relativi al 2008 deliberati prima della data di entrata in vigore del decreto.
Ma ancora.
La legge (art. 2) ha previsto la detassazione degli straordinari e, in via transitoria, ha disposto l'introduzione di un regime fiscale agevolato. Ha anche previsto la rinegoziazione dei mutui per la prima casa prevedendo la possibilitÓ (per quanti hanno acceso un mutuo a tasso variabile per l'acquisto, la costruzione e la ristrutturazione dell'abitazione principale anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto), di chiedere agli Istituti di credito la rinegoziazione del mutuo, al fine di ridurre l'importo delle rate, che rimane fisso per tutta la durata, in misura pari a quello risultante dalla media dei tassi applicabili nel 2006.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/08/2008 - Cristina Matricardi)
Le pi¨ lette:
» Multe: quando scadono?
» Lotteria degli scontrini in arrivo
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Avvocati: la petizione contro la Cassa forense arriva nei tribunali
» Caduta sulle scale bagnate? Paga il condominio
In evidenza oggi.
CONTENZIOSO BANCARIO
Prova gratis per 30 giorni la nuova piattaforma di diritto e contenzioso bancario (Maggioli Editore)
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF