Sei in: Home » Articoli

Cassazione: professionista ristruttura lo studio? Non può dedurre tutta la spese ma solo la quota annuale di ammortamento

La Quinta Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. 16350/2008) ha stabilito che per i lavori di ristrutturazione di un immobile che il professionista adibisce a studio professionale, non può essere dedotto dall'imponibile l'intero ammontare ma possono essere dedotte solo le spese di quota annuale di ammortamento. In particolare, gli Ermellini hanno precisato che "in presenza di opere eseguite all'immobile adibito a studio professionale, le spese relative possono essere dedotte nel loro intero ammontare per il periodo di imposta nel quale dette spese sono state sostenute se trattasi di piccole manutenzioni, rientranti nella categoria di cui all'art. 1576 c.c., ovvero quelle che risultino dipendenti non da vetustà o caso fortuito, ma da deterioramento prodotto dall'utilizzazione del bene, alla stregua di una valutazione d'insieme della modesta entità del loro valore economico e della destinazione dell'immobile; invece, in presenza di opere che si connotano quali lavori di ristrutturazione dell'immobile, la deduzione delle spese relative si esegue in quota annuale di ammortamento".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/07/2008 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF