Sei in: Home » Articoli

Trattamento sanitario obbligatorio: nessuna equa riparazione ex artt. 314 e 315 c.p.p. nel caso di illegittimitÓ

Gli articoli 314 e 315 del codice di procedura penale prevedono un indennizzo per chi abbia subito una ingiusta detenzione, la c.d. equa riparazione per l'ingiusta custodia cautelare. Le norme di cui sopra, ad avviso della Cass. pen., Sez. IV, Sent. 10 aprile - 5 maggio 2008, n. 17718, non possono essere estese per analogia al c.d. trattamento sanitario obbligatorio risultato essere applicato illegittimamente, nonostante tale regime sanitario forzato colpisca l'individuo in modo simile all'ingiusta custodia cautelare in quanto determina di fatto una effettiva restrizione della libertÓ personale. Secondo la Cassazione, rientrerebbe nella scelta del legislatore l'avere previsto una speciale procedura per l'errore giudiziario cautelare e l'avere, invece, escluso da tale scelta altri tipi di errori come quello relativo all'applicazione del trattamento sanitario obbligatorio, nonostante quest'ultimo sia stato applicato in modo illegittimo colpendo la persona in modo simile all'ingiusta detenzione, determinando la restrizione della sua libertÓ personale ed effetti negativi sull'immagine, le relazioni ed il campo lavorativo...
Cass. pen., Sez. IV, Sent. 10 aprile - 5 maggio 2008, n. 17718 - Dott. Valter Marchetti
(22/06/2008 - Laprevidenza.it)
Le pi¨ lette:
» Blue Whale Challenge: il gioco che uccide. Ecco i consigli della polizia
» Le cose che il fisco non ti pu˛ pignorare
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Divorzio: in arrivo gli accordi prematrimoniali
» Guide Legali: L'incaricato di un pubblico servizio
In evidenza oggi
Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studioAvvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittimeViolenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF