Sei in: Home » Articoli

La responsabilità giuridica civile delle organizzazioni e delle associazioni religiose e ONLUS nella preparazione e gestione del soccorso medico in occasione di eventi pubblici

Da un lato l'aumento esponenziale delle cause civili e penali promosse dai pazienti/utenti nei confronti delle associazioni e dei volontari che prestano attività di primo soccorso o di pronto soccorso per colpa professionale, dall'altro la necessità di migliorare la qualità assistenziale dei servizi sanitari finanche durante manifestazioni sportive, religiose, sociali e comunque aperte al pubblico, costringono gli organizzatori e gli stessi volontari ad adottare alcune precauzioni e modalità di intervento medico-infermieristico per raggiungere gli scopi dinanzi indicati. Sono sempre più frequenti gli eventi organizzati da associazioni, chiese, comunità anche scientifiche e confessioni religiose in occasione di feste, convegni, assemblee e comunque dove una folla numerosa di adepti, aderenti e curiosi si incontrano per diverse ore. Chi si avvale di un proprio punto di soccorso, soggiace ad alcune obbligazioni, non dissimili da quelle che vincolano gli enti sanitari sia pubblici che privati. Altri, invece, si avvalgono semplicemente di ambulanze sia proprie che di terzi e la responsabilità civile che disaminerò, si applicherà, ovviamente, solo al primo caso.
(Dott. Mauro Di Fresco)

Condizioni per l'utilizzo di questo materiale


Articolo del Dott. Mauro Di Fresco - Responsabile sezione Diritto Sanitario
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(11/06/2008 - www.laprevidenza.it)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
» Isee: il software Inps per calcolarlo online
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF