Sei in: Home » Articoli

Cassazione: minacciano di divulgare riprese hard per avere rapporti, è violenza di gruppo

Cinque ventenni sono stati condannati per violenza sessuale di gruppo alla misura coercitiva della "permanenza in casa". I fatti risalgono al febbraio del 2006 quando i cinque come ricostruisce la sentenza 20551 della Terza Sezione Penale della Cassazione "avevano prima avuto rapporti sessuali con una quattordicenne, avevano ripreso con il telefonino le scene di tali rapporti e successivamente, minacciandola di divulgare il video, l'avevano costretta ad avere rapporti" con uno del branco. Per la Suprema Corte, nel caso di specie sussiste il reato di violenza sessuale di gruppo giacché "non solo tutti gli indagati parteciparono all'episodio della notte del 26 febbraio ma tutti insieme usarono le immagini di quell'episodio filmate con il cellulare per ricattare la ragazza e costringerla cosi' ad avere rapporto" con uno di loro.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(29/05/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
» Divorzio: le tre vie per dirsi addio
» Whatsapp può spiare le chat private: l'allarme degli esperti
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF