Sei in: Home » Articoli

In libreria: Il risarcimento danni da attività lavorativa

Quest'opera affronta ed approfondisce tutti gli argomenti relativi al danno alla persona, soprattutto nella visuale lavorativa e non manca, in ogni singolo argomento trattato (mobbing, perdita di chance, responsabilità professionale, trattamento dei dati personali, precariato, infortuni sul lavoro, etc.) di soffermarsi, puntualizzandoli, sugli aspetti risarcitori. Vi sono poi riferimenti puntuali al riconoscimento della dipendenza da causa di servizio di patologie contratte a causa del lavoro svolto evidenziando che in tal modo il diritto tende comunque a ristorare il danno anche in assenza di responsabilità da parte del datore di lavoro. Vi è un'ampia ed articolata trattazione sulla responsabilità professionale con ricca e significativa casistica giurisprudenziale. L'autore fa il punto sull'ampio tema del danno alla persona, specificando per ogni argomento, con richiami puntuali e coerenti, la visione giurisprudenziale e dottrinaria di tutte le voci di danno risarcibili, sull'onere della prova, sulla natura della responsabilità, soffermandosi in particolare sul danno esistenziale come voce ulteriore ed autonoma di danno non patrimoniale, distinto dal danno biologico, e sulla risarcibilità in chiave di danno patrimoniale e non patrimoniale delle aspettative future.


- Prezzo: € 21.00
- La Tribuna 2008
- Pagine 332

Acquista on line

Cerca altri libri:



Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(19/06/2008 - Recensione)
Le più lette:
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» Milleproroghe: le misure per gli avvocati
» Falsi certificati di malattia: carcere e multe fino a 1.600 euro anche per il medico
» Infortuni: arriva il reato di omicidio sul lavoro
» Il giudice può perquisire la borsa dell'avvocato
In evidenza oggi.
Infortuni: arriva il reato di omicidio sul lavoro
Avvocati sans papier: nessuna incompatibilità
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF