Sei in: Home » Articoli

Cassazione: lesioni personali al minore in conseguenza di un sinistro stradale? Compete ai genitori anche il risarcimento del danno patrimoniale futuro

Accogliendo un ricorso promosso dai genitori di un minore che aveva subito gravi lesioni personali, per essere stato investito da un autovettura nel mentre attraversava a piedi una strada, la Suprema Corte di Cassazione (Sent. n. 8546/2008)), confermando un consolidato orientamento giurisprudenziale, ha osservato che compete ai genitori, tra le altre cose, anche il risarcimento del danno patrimoniale futuro, “qualora questo, sulla scorta di oggettivi e ragionevoli criteri rapportati alle circostanze del caso concreto, si prospetti come effettivamente probabile sulla scorta di parametri di regolarità causale”. In merito alla liquidazione di tale danno, i giudici di legittimità hanno inoltre precisato, sempre richiamandosi ad un consolidato orientamento, che “(…) dovrà essere accordata dal giudice quando risulti, anche in base a fatti notori e dati di comune esperienza, che una contribuzione della vittima in favore dei genitori sarebbe stata possibile e verosimile, tenendo conto anche delle somme liquidate al leso a titolo di risarcimento del danno da perduta capacità di produrre reddito (…)”.
(16/05/2008 - Avv.Francesca Romanelli)
Le più lette:
» Riforma giudici di pace: da oggi in vigore
» Leva obbligatoria per 8 mesi: la proposta al Senato
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: i libri da leggere sotto l'ombrellone ... tra un atto e una nuotata
» Condominio: ripartizione spese di pulizia e illuminazione scale
In evidenza oggi
Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodoIncidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto TravawAvvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Polizza furto auto: condannata la compagnia di assicurazioni che non dà la prova contraria
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF