Sei in: Home » Articoli

Consulta no all'obbligo di pagare il registro per ottenere la copia esecutiva delle sentenze

La Corte Costituzionale cancella l'obbligo di pagare il registro prima di ottenere la copia esecutiva delle sentenze. La norma di cui all'articolo 66 decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131 (Approvazione del testo unico delle disposizioni concernenti l?imposta di registro), che subordina il rilascio della copia esecutiva della sentenza al pagamento dell?imposta di registro, comporta che la valutazione di bilanciamento fra l?interesse all?effettività della tutela giurisdizionale e quello alla riscossione dei tributi sia effettuata, per i due tipi di processo, in modo irragionevolmente diverso: l?inadempimento dell?obbligazione tributaria ? che pure non ha precluso lo svolgimento del processo di cognizione fino all?emanazione della sentenza (o di altro provvedimento esecutivo) ed ha determinato solo la comunicazione da parte del cancelliere all?ufficio del registro degli atti non registrati ? impedisce poi che alla sentenza (o al provvedimento esecutivo) sia data attuazione mediante l?esercizio della tutela giurisdizionale in via esecutiva.
La Corte Costituzionale ha così dichiarato l?illegittimità costituzionale dell?articolo 66 del decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, nella parte in cui non prevede che la disposizione di cui al comma 1 non si applica al rilascio dell?originale o della copia della sentenza o di altro provvedimento giurisdizionale, che debba essere utilizzato per procedere all?esecuzione forzata (Corte Costituzionale, Sentenza 6 dicembre 2002, n.522 - Art. 66 decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131 - Rilascio della copia esecutiva vincolato all'avvenuto pagamento dell'imposta di registro - Irragionevolezza - Illegittimità costituzionale per violazione dell'art.24 della Costituzione).
Leggi il provvedimento su www.filodiritto.com
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(10/12/2002 - www.filodiritto.com)
Le più lette:
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF