Sei in: Home » Articoli

Cassazione: basta agli incarichi di favore nella pubblica amministrazione

La Cassazione dice basta al nepotismo negli incarichi pubblici e da il via alla linea dura contro gli amministratori pubblici che "in chiaro contrasto con qualsiasi principio di imparzialita' e di buona amministrazione" violano "i doveri di imparzialita', onesta' che debbono osservarsi da chiunque eserciti una pubblica funzione", favorendo l'assunzione di amici e parenti. La vicenda presa in esame dalla Corte quella relativa a un ex sindaco che secondo l'accusa avrebbe pilotato l'assegnazione del servizio di gestione delle scuole materne verso una determinata cooperativa in assenza di gara d'appalto o trattativa privata. Il "favore" sarebbe stato poi ricambiato con l'assunzione di parenti e conoscenti.
Altre informazioni su questa sentenza
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(29/03/2008 - Roberto Cataldi)
Le pi lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero creditiStalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF