Sei in: Home » Articoli

Cassazione: via libera alle foto degli arrestati. Ma senza le manette

La Cassazione da il via libera alle foto delle persone arrestate purchè le si riprenda senza le manette ai polsi. La suprema Corte ha così bocciato un ricorso del Garante per la protezione dei dati personali contro la pubblicazione, da parte di un quotidiano, dell'arresto di un uomo accusato dell'omicidio di una studentessa e poi assolto dalla stessa Cassazione. Secondo i Giudici di Piazza Cavour "la pubblicazione delle immagini di una persona privata della liberta' personale deve ritenersi lecita senza che la stessa possa considerarsi inessenziale rispetto all'informazione". Anzi, sottolinea la Corte, "la rivelazione dell'immagine di un imputato, che costituisce certamente un dato personale, quando e' effettuata in relazione ad un fatto di interesse pubblico, quale nel caso di specie l'informazione della cittadinanza su eventi delittuosi, va ritenuta essenziale all'espletamento del diritto di critica". La Corte ha così convalidato la decisione del Tribunale di Milano che già in precedenza aveva ritenuto che "dalla foto pubblicata non risultasse lo stato di detenzione poiche' l'arrestato vi era rappresentato a mezzo busto senza che fossero visibili le manette ed in posa rilassata come gli esponenti delle forze dell'ordine che l'accompagnavano".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/03/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF