Sei in: Home » Articoli

Agenzia Entrate: al via la detrazione abbonamento mezzi pubblici

L'Agenzia delle Entrate (Circolare n. 19/E) ha reso noto di aver chiarito alcune regole per usufruire dei bonus sugli abbonamenti dei mezzi pubblici introdotti dalla nuova Finanziaria.
Ha quindi precisato che la nuova Finanziaria ha previsto la detrazione Irpef per gli abbonamenti ai mezzi pubblici e che i contribuenti avranno a disposizione un bonus massimo di 47,50 euro per le spese sostenute nel 2008. La detrazione (pari al 19 per cento dei costi sostenuti per gli abbonamenti ai servizi pubblici fino ad una spesa massima di 250 euro), è valida solo per i titoli di viaggio che comportano un uso non episodico del mezzo pubblico, consentendo di effettuare un numero illimitato di spostamenti, per più giorni, su un determinato percorso o sull'intera rete, in un periodo di tempo specificato.
La detrazione è valida per i titoli di viaggio utilizzati su treni, autobus e metropolitane che vengono acquistati nel corso di questo anno (2008) e ciò anche se andranno a scadere nel nuovo anno (2009). Il contribuente dovrà conservare i titoli di viaggio che devono contenere obbligatoriamente l'indicazione dell'impresa che li ha emessi, delle caratteristiche del trasporto, il prezzo, il numero progressivo e la data di emissione e se il biglietto non è nominativo, le detrazione sarà comunque consentita a condizione che il contribuente autocertifichi che il titolo è stato acquistato per sé o per un familiare a carico.
L'Agenzia ha poi chiarito che sono escluse dalla detrazione sia le spese per trasporti deducibili dal reddito di lavoro autonomo o d'impresa sia le spese per i titoli di trasporto che hanno una durata oraria (anche se superiore a quella giornaliera), come ad es. i biglietti a tempo che scadono dopo 72 ore dalla convalida e le carte turistiche integrate che includono altri servizi oltre a quelli di trasporto, come l'ingresso a musei o spettacoli.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(21/03/2008 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: fino a mille euro per ogni figlio
» Quali beni non possono essere pignorati?
» Giovani avvocati: fino a tremila euro per master e titoli
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Condominio: per la telecamera sulle parti comuni l'unanimità non serve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF