Sei in: Home » Articoli

Offerte anomale: il provvedimento favorevole di non anomalia costituisce espressione di discrezionalità tecnica intrinsecamente insindacabile

Il giudizio sull'anomalia dell'offerta può essere sindacato, in sede giurisdizionale, solo se basato su una motivazione illogica, insufficiente o erronea in punto di fatto; peraltro, il corrispondente provvedimento favorevole di non anomalia non richiede di regola una motivazione puntuale ed analitica, atteso che le giustificazioni presentate dall'offerente possono entrare per relationem nella motivazione dello stesso. Lo afferma il TAR del Lazio, toccando due filoni del dibattito in tema di offerte anomale: quello concernente i limiti del sindacato giurisdizionale sul giudizio di anomalia e quello, ulteriore, sulla portata della motivazione del provvedimento che fa da culmine al procedimento di verifica. La sentenza in commento si colloca nel solco dell'orientamento maggioritario secondo cui il giudizio sull'anomalia dell'offerta nelle gare di appalto costituisce una tipica valutazione tecnico-discrezionale dell'Amministrazione, sindacabile solo ove presenti palesi errori di fatto, aspetti di manifesta irrazionalità o evidenti contraddizioni logiche (cfr. CS Sez. V, 26.1.2000, n. 345). Tale orientamento si basa su ....leggi tutto....
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(14/03/2008 - www.miolegale.it)
Le più lette:
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF