Sei in: Home » Articoli

Operazioni infragruppo e bancarotta fraudolenta.

La S.C. ha stabilito che il trasferimento di risorse infragruppo (ovvero tra società appartenenti allo stesso gruppo imprenditoriale) quando venga effettuato a vantaggio di una società già in difficoltà economiche, non è consentito e deve essere qualificato come vera e propria distrazione ai sensi e per gli effetti previsti dall'articolo 216 della legge fallimentare. Tale norma punisce, tra le altre, la condotta dell'imprenditore che, se dichiarato fallito, abbia «distratto, occultato, dissimulato, distrutto o dissipato in tutto o in parte i suoi beni». Considerato che due diverse società, pur appartenendo allo stesso Gruppo, conservano personalità giuridiche distinte ne deriva che i creditori della società depauperata mai potrebbero rivalersi dei loro crediti inseguendo i beni ceduti da una società all'altra. La garanzia dei creditori ....leggi tutto....Consulenza legale
Visualizza il testo integrale della sentenza su MioLegale.it
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/03/2008 - www.miolegale.it)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF