Sei in: Home » Articoli

Cassazione: le vecchie lire sono ancora attuali ed è reato contraffarle

Nostagia per le vecchie lire? Per la Cassazione sono ancora attuali tanto che la V sezione penale ha confermato la condanna nei confronti di un un uomo trovato in possesso di banconote contraffatte da 100 e da10 mila lire. Il giovane ha tentato di difendersi sostenendo che il possesso di lire false non costituiva piu' reato non avendo più corso legale in Italia. La Corte (Sentenza 8671/2008) ha però respinto il ricorso ricordando che ''le lire italiane conservano, anche se indirittamente, la qualita' conferita dall'ordinamento giuridico di mezzo di pagamento con efficacia liberatoria in ragione della legale possibilita', per un periodo decennale, della sua conversione nella nuova valuta riconosciuta dall'ordinamento''. Secondo i Giudici di Piazza Cavour ''la Corte di merito ha correttamente spiegato che la malafede dell'imputato e la destinazione alla spendita delle monete erano desumibili dal numero delle banconote, dal fatto che alcune di esse erano custodite nel portafogli insieme a quelle non contraffatte e, quindi, pronte all'uso e dalle modalita' di occultamento delle altre monete contraffatte nascoste sotto un tappeto, fatto che denota la sicura consapevolezza della falsita' delle stesse''.
(28/02/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Addio ai voucher, arriva il lavoro breve e intermittente liberalizzato
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Caduta per la strada: quando si può parlare di insidia
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
» Asili nido: al via il bonus di mille euro
In evidenza oggi
Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuitiAvvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
ANAC e Codice Appalti: con un blitz il Governo ridimensiona i poteri anti-corruzione di Raffaele CantoneANAC e Codice Appalti: con un blitz il Governo ridimensiona i poteri anti-corruzione di Raffaele Cantone
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF