Sei in: Home » Articoli

Cassazione: accertamenti fiscali? I contribuenti possono produrre in giudizio le matrici degli assegni

La Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Sent. 25702/2007) ha stabilito i contribuenti, al fine di difendersi dagli accertamenti fiscali, possono produrre in giudizio anche le matrici degli assegni bancari emessi.
Secondo i Giudici del Palazzaccio, infatti, le matrici degli assegni ben possono essere utilizzati dal Giudice per disattendere le risultanze di un accertamento fiscale. Con questa decisione la Corte ha respinto il ricorso proposto dall'Amministrazione Finanziaria avverso la decisione di alcuni Giudici regionali che avevano ritenuto rilevante produzione (da parte del contribuente), delle matrici degli assegni al fine di stabilire la situazione contabile.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/01/2008 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF