Sei in: Home » Articoli

Cassazione: valida la notifica ricevuta dall'incaricato del difensore in luogo diverso dallo studio

La notificazione al difensore che risulta dalla relata essere avvenuta "a mani dell'incaricato al ritiro" in un luogo diverso da quello indicato in atti come studio del difensore domiciliatario valida.
E' quanto si legge in una recente sentenza della Corte di Cassazione (Sent. n. n. 21291/07) che, ritenendo di non poter condividere "l'opposto orientamento seguito da altra decisione della stessa Corte (Cass. 26844/06)", ha precisato che "in tal caso, anche se eseguita in luogo diverso da quello indicato dal domiciliatario e pur in assenza di alcuna indicazione negli atti processuali, in cui non risulta nemmeno un'eventuale comunicazione all'Ordine degli Avvocati da parte del destinatario, la notifica a mani della persona "addetta al ritiro" deve ritenersi perfettamente valida, dovendosi privilegiare il riferimento topografico in quanto, ai fini della notifica dell'impugnazione ai sensi dell'art. 330 c.p.c., l'elezione di domicilio presso lo studio del procuratore assume mera funzione di indicare la sede dello studio ed priva di una sua autonoma rilevanza".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/11/2007 - Francesca Romanelli)
Le pi lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa n obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF