Sei in: Home » Articoli

Decreto legislativo agevolazione incontro domanda e offerta lavoro

Il Consiglio dei Ministri del 24 ottobre ha approvato un decreto legislativo diretto ad agevolare l?incontro fra domanda ed offerta di lavoro. Gli obiettivi principali della riforma sono stati spiegati succintamente nel comunicato del Governo: consentire il rispetto degli impegni assunti dall?Italia in sede europea, utilizzare in maniera efficace i fondi a sostegno di iniziative per l?occupazione stanziati nell?ambito del Fondo sociale europeo e risolvere i gravi deficit di funzionalità dei centri per l?impiego, dovuti in gran parte al disordine normativo ed alla sovrapposizione di disposizioni che fanno capo a logiche contrastanti, in parte vincolistiche ed in parte liberalizzanti.
Tali obiettivi vengono perseguiti attraverso la riforma organica della disciplina del collocamento e la rimozione degli ostacoli che fino ad oggi si sono frapposti al pieno dispiegarsi dell?autonomia locale in materia di mercato del lavoro. Riformato il contesto, saranno le Regioni a dotarsi della disciplina sostanziale nel rispetto dei principi fondamentali dettati dal provvedimento, sul quale si sono favorevolmente espresse la Conferenza unificata e le competenti Commissioni parlamentari (Decreto Legislativo, Disposizioni modificative e correttive del decreto legislativo 21 aprile 2000, n.181, recante norme per agevolare l'incontro tra domanda e offerta di lavoro).
Leggi il provvedimento su www.filodiritto.com
(06/11/2002 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF