Sei in: Home » Articoli

Cassazione: il giocatore è rissoso? Può essere allontanato dallo stadio

La Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione ha deciso per una linea dura contro la violenza negli stadi. Difatti, con la Sentenza n. 33864 del 5 settembre 2007 ha stabilito che possono essere banditi dalle competizioni sportive, con ordine del Questore (provvedimento di divieto temporaneo) al pari degli ultras anche, i calciatori, gli allenatori e tutti i tesserati alla FIGC che vengono coinvolti in risse dentro e a bordo campo.
Gli Ermellini infatti hanno distinto fra condotte generanti turbative negli stadi, per cui il provvedimento del Questore ha valore sia per i tesserati che per i non tesserati, e condotte legate strettamente alla pratica dello sport, per cui valgono solo le squalifiche della Federazione.
L'eccezione alla regola è quindi naturalmente prevista solo per i cd. falli strettamente legati all'attività sportiva.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(07/09/2007 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF