Sei in: Home » Articoli

Cassazione: l'attentato di Via Rasella fu legittimo atto di guerra

La Corte di Cassazione (sentenza 17172) confermando la condanna inflitta dai giudici di merito nei confronti di un noto quotidiano per aver diffamato attraverso artioli pubblicati nel 1996 il leader gappista Rosario Bentivegna ha stabilito che l'attentato di Via Rasella fu un "legittimo atto di guerra rivolto contro un esercito straniero occupante''.
Secondo la Corte l'attentato contro i tedeschi non era rivolto a vecchi militari disarmati ma contro "soggetti pienamente atti alle armi, tra i 26 e i 43 anni, dotati di sei bombe e pistole".
I Giudici del palazzaccio, scrivono nella sentenza, che "la non rispondenza a verita' di circostanze non marginali come l'ulteriore parificazione tra partigiani e nazisti con riferimento all'attentato di via Rasella e l'assimilazione tra Erich Priebke e Bentivegna" è da considerarsi "lesiva dell'onorabilita' politica e personale" di Bentivegna.

Altre notizie su questo argomento:
Cassazione: "Via Rasella fu atto di guerra" Il Giornale condannato per diffamazione (Larepubblica.it)
La Cassazione: attentato di via Rasella e' legittimo.Feltri paghera' per diffamazione (Rai Net News)
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(08/08/2007 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF