Sei in: Home » Articoli

Famiglia: ISTAT, 74% di divorzi in pi in soli 10 anni

Sulla base dei dati centrali dell'indagine ISTAT emerso che i fenomeni delle separazioni e dei divorsi sono fortemente aumentati nell'ultimo decennio. Se nel 95 su 1000 matrimoni si verificavano 158 separazioni e 80 divorzi, a distanza di 10 anni le separazioni sono salite a 272 e i divorzo a 151 ogni 1000 matrimoni.
Riispetto al 1995, segnala l'ISTAT le separazioni hanno avuto un incremento del 57,3% e i divorzi del 74%.
E a quanto pare il ricorso alla separazione o al divorzio non una tendenza uniforme su tutto il territorio delo stato. Ci si separa di pi al nord e la Liguria sembra avere il primato collocandosi in testa nella classifica tra le diverse regioni.
Un'altro dato significativo che il 14,6% delle separazioni avviene con addebito al marito e il 3,5% con addebito alla moglie. Mentre sembra che le coppie del Nord ricorrono pi spesso alla separazione consensuale.
Le crisi di coppia inoltre non riguardano solo matrimoni di breve durata, anzi, sempre pi spesso ci si separa anche dopo unioni molto lunghe.
Se nel 1995 le separazioni di chi era sposato da pi di 24 anni era corrispondente all'11,3% nel 2005 la percentuale aumentata fino al 14,8% delle separazioni. Diminuita invece la percentuale di chi si separa prima del quinto anniversario di matrimonio.
Sempre nel 2005 il 70,5% delle separazioni e il 60,7% dei divorzi hanno interessato coniugi con figli e si registrato che l'affidamento esclusivo dei minori alla madre e' stato prevalente (80,7% di casi con figli affidati alla madre). Anche l'abitazione familiare resta nella maggior parte dei casi alla donna e a staccare l'assegno di mantenimento quasi sempre l'uomo.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/07/2007 - Roberto Cataldi)
Le pi lette:
» Il reato di violenza privata
» Cassazione: non presentarsi all'udienza remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Niente stupro se la vittima dice basta ma non urla
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Omicidio stradale: arriva una nuova riformaOmicidio stradale: arriva una nuova riforma
Se Equitalia sbaglia paga spese e danniSe Equitalia sbaglia paga spese e danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF