Sei in: Home » Articoli

L'individuazione del personale da immettere in mobilita' deve seguire criteri di logicita' aziendale

Indennita' mobilita' - Criteri di selezioni del personale - Non ragionevolezza. Come risulta dal testo dell'atto introduttivo del giudizio (che la societa' ha riprodotto nel proprio ricorso), il B. ha dedotto a fondamento della propria domanda la violazione dei criteri di scelta dei lavoratori interessati dalla mobilita', quali formulati nell'accordo sindacale 24 aprile 2002, sostenendo in particolare che nei suoi confronti non poteva essere applicato ne il criterio della maggiore anzianità lavorativa e contributiva, ne quello delle esigenze tecnico-produttive ed organizzative, per l'aperto contrasto, sotto questo profilo, della scelta adottata «con le valutazioni operate dall'azienda convenuta circa l'identificazione delle figure professionali in esubero. In relazione a tale contestazione dell'osservanza dei criteri di scelta dei destinatari del provvedimento di mobilità , incombeva sul datore di lavoro l'onere di indicare e provare le circostanze di fatto poste a base dell'applicazione dei suddetti criteri (Cass. 14 luglio 2000, n. 9374; 29 luglio 2003, n. 11651; 26 gennaio 2006, n. 1550). La portata di questo onere si determina in relazione alla allegazione dei fatti costitutivi della pretesa azionata; e nel caso in esame la prospettazione dell'assunto del B. imponeva alla società convenuta in primo grado di dimostrare che la sua inclusione tra i destinatari del provvedimento corrispondeva ad una corretta applicazione dei criteri stabiliti dall'accordo sindacale per la scelta.
Cassazione, Sentenza 14.5.2007 n. 11034
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(11/08/2007 - www.laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF