Sei in: Home » Articoli

Acquisto PC? Contributi per l'acquisto da parte di collaboratori

E' stato pubblicato nella G.U. del 18 giugno scorso il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze dell'8 giugno 2007 recante "Criteri e modalità per la concessione di contributi per l'acquisto dei PC da parte di collaboratori coordinati e continuativi e di collaboratori a progetto, in attuazione dell'articolo 1, comma 298, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007)".
Il contributo previsto (messo a disposizione dal Ministero), è indicato nella misura di € 200, ed è valevole per l'acquisto di PC entro il prossimo 31 dicembre 2007 da parte di collaboratori coordinati e continuativi, compresi i lavoratori a progetto. Il fondo complessivo ammonta a € 10 milioni per l'intero anno 2007.
Al contributo possono accedere tutti i cittadini italiani residenti in Italia ed iscritti all'Anagrafe tributaria di età non superiore ai venticinque anni compiuti nel corso dell'anno 2007, che risultano titolari di un contratto di collaborazione coordinata e continuativa, o di un contratto di lavoro a progetto.
I beneficiari devono esibire al rivenditore la carta d'identità (o altro documento d'identità) e il proprio tesserino di codice fiscale o la tessera sanitaria rilasciata dall'Agenzia delle entrate.
I rivenditori informatici, invece, potranno aderire all'iniziativa iscrivendosi in un sito internet creato ad hoc all'interno del portale www.tesoro.it, fornendo i propri estremi di identificazione (nome e indirizzo dell'esercizio commerciale, numero di partita Iva, iscrizione alla Camera di commercio). Il contributo viene corrisposto mediante una riduzione dell'importo di € 200, dal prezzo complessivo di acquisto del PC, IVA inclusa, al netto di ogni eventuale sconto commerciale.
(05/07/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratisOgni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF