Sei in: Home » Articoli

Responsabilità professionale del medico: morte del paziente durante un intervento chirurgico

Le Sezioni Unite Penali della Corte di Cassazione, con sentenza n. 30328/02, sono intervenute a comporre un conflitto giurisprudenziale, che durava da anni, in tema di responsabilità medica. I Giudici di Piazza Cavour, con la menzionata sentenza, hanno stabilito che il medico che cagioni la morte del paziente a causa di una grave negligenza nello svolgimento di un intervento chirurgico ?può essere ritenuto responsabile di omicidio colposo ogniqualvolta risulti provato il collegamento tra l'omissione ed il decesso?. La responsabilità penale, secondo quanto emerge dal testo della sentenza, viene a configurarsi tutte le volte che sia provato il cosiddetto "nesso causale" tra la condotta omissiva e l?evento dannoso, nel senso che, se non vi fosse stata l'omissione, l'evento non si sarebbe verificato.
Leggi la motivazione della sentenza
(31/10/2002 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
In evidenza oggi
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF