Sei in: Home » Articoli

Agenzia Entrate: chiarimenti sugli elenchi annuali IVA

L'Agenzia Entrate (provvedimento pubblicato in G.U. 14.06.2007) ha reso noto di aver chiarito definitivamente gli obblighi a carico di tutti i soggetti passivi IVA per quanto concerne l'elenco dei clienti e dei fornitori.
L'Agenzia ha infatti precisato che, l'articolo 37, 8° co., del DL 4 luglio 2006, n. 223 (convertito con modificazioni dalla legge 4 agosto 2006, n. 248 -di seguito decreto), ha previsto l'introduzione del comma 4 bis e la modifica del comma 6 dell'articolo 8-bis del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e che, con il nuovo comma è stato disposto che, entro sessanta giorni dal termine previsto per la presentazione della comunicazione annuale IVA, i contribuenti debbano presentare in via telematica l'elenco dei soggetti nei cui confronti sono state emesse fatture nell'anno cui si riferisce la comunicazione nonché, in relazione al medesimo periodo, l'elenco dei soggetti titolari di partita IVA da cui sono stati effettuati acquisti rilevanti ai fini dell'applicazione dell'imposta sul valore aggiunto.
Limitatamente al solo anno 2006, è previsto, quale termine per la trasmissione, la data del 15 ottobre 2007. Tuttavia, per i soggetti che hanno realizzato un volume d'affari non superiore ai limiti indicati nel comma. 1 dell'articolo 7 del decreto del Presidente della Repubblica 14 ottobre 1999, n. 542, per il solo anno 2006, è previsto, tenuto conto della struttura organizzativa di tali soggetti, il diverso termine di trasmissione del 15 novembre 2007.
Leggi il provvedimento
(25/06/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: ne resteranno solo 100mila
» Successioni: ecco il nuovo modello
» Avvocati: l'ordine di Milano assume
» Come mettere il cognome della madre ai figli
» Riforma processo penale, tutti intercettati!
In evidenza oggi
Divorzi finti per pagare meno tasse: sono oltre 6milaDivorzi finti per pagare meno tasse: sono oltre 6mila
Corte Ue: i vaccini possono provocare malattieCorte Ue: i vaccini possono provocare malattie
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale è legge
Le novità e il testo