Sei in: Home » Articoli

Liberalizzazioni: al via il mercato libero per l'elettricità

Il Consiglio dei Ministri (seduta del 15.6.2007) ha approvato il decreto legge in materia di liberalizzazione nel mercato dell'energia e ha stabilito che dal prossimo 1° luglio ciascun utente sarà libero di scegliere il proprio fornitore di energia elettrica.
Il decreto approvato risulta essere in linea con le misure in vista del completo recepimento della direttiva 2003/54/CE che prevede che gli Stati membri mettano in campo misure adeguate per rendere (dal prossimo 1° luglio), i clienti domestici del mercato elettrico liberi di scegliere il proprio fornitore.
In buona sostanza il provvedimento prende in considerazione una serie di misure dirette a permettere agli utenti sia di valutare le nuove offerte di altri operatori (senza per questo incorrere nel rischio di aumenti ingiustificati dei prezzi) sia di rimanere con il vecchio fornitore (con tutte le garanzie attuali, fino a quando non verrà completato il processo di liberalizzazione).
Nel decreto è previsto che il servizio sarà temporaneamente svolto dalle imprese di distribuzione o dalle loro società di vendita e che, a breve, sono previste procedure concorsuali per l'individuazione dei fornitori.
Infine, nel provvedimento viene stabilita la separazione societaria tra attività di vendita e attività di distribuzione di energia, con la separazione funzionale tra la gestione delle infrastrutture dei sistemi elettrico e il resto delle attività. Il decreto si trova ora all'esame del Parlamento per la conversione in legge.

Argomenti correlati:
Liberalizzazioni: guida alla normativa sulle liberalizzazioni
Leggi il provvedimento
(19/06/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Riforma giudici di pace: da oggi in vigore
» Leva obbligatoria per 8 mesi: la proposta al Senato
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: i libri da leggere sotto l'ombrellone ... tra un atto e una nuotata
» Condominio: ripartizione spese di pulizia e illuminazione scale
In evidenza oggi
Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodoIncidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto TravawAvvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Polizza furto auto: condannata la compagnia di assicurazioni che non dà la prova contraria
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF