Sei in: Home » Articoli

Cassazione: obbligo di mantenimento della prole anche per il genitore decaduto dalla potestà

"I provvedimenti adottati ai sensi dell'art. 330 cod. civ. hanno la funzione di impedire che la prole subisca pregiudizi a causa della condotta dei genitori, ma non hanno alcuna valenza liberatoria rispetto agli obblighi dai quali il soggetto, nei confronti del quale è pronunciata la decadenza, è gravato nei confronti dei figli nella sua qualità di genitore e, segnatamente, rispetto all'obbligo di provvedere al loro mantenimento". È sulla base di tale principio che la Cassazione penale (Sent. n. 16559/2007) ha respinto il ricorso proposto da un padre che riteneva di non essere più obbligato ad occuparsi della prole essendo decaduto dall'esercizio della patria potestà e ne ha confermato la condanna per il delitto di cui all'art. 570 cod. pen. che punisce la violazione degli obblighi di assistenza familiare.

Su questo argomento vedi anche:
- la sezione sulla mediazione familiare
- le guide legali
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(08/06/2007 - Silvia Vagnoni)
Le più lette:
» Avvocati: la pennichella può aiutare a vincere le cause
» Telecamere negli ospizi: approvata la prima legge regionale
» Avvocati: abolire i contributi obbligatori alla Cassa
» Biotestamento: arriva il diritto alla sedazione profonda?
» Commette reato per il praticante che si spaccia per avvocato
In evidenza oggi.
Auto: addio al libretto, arriva il foglio unico
Avvocati: abolire i contributi obbligatori alla Cassa
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF