Sei in: Home » Articoli

Accertamento induttivo: validità delle verifiche anche in mancanza di invito al contribuente ed estensione ai conti bancari dei familiari.

In tema di accertamento delle imposte sul reddito, a norma dell'art. 32 del d.P.R. 29 settembre 1973 n. 600, il contribuente può essere invitato dall'ufficio delle imposte a fornire dati e notizie così come ad esibire o trasmettere atti e documenti rilevanti ai fini dell'accertamento nei suoi confronti, compresi i documenti relativi a rapporti di conto corrente bancario. L'invito rivolto al contribuente, precisa la Cassazione, non costituisce tuttavia un obbligo a carico dell'ente accertatore bensì una mera facoltà, della quale può avvalersi in maniera discrezionale.
Il mancato esercizio di tale facoltà non può pertanto determinare l'illegittimità della verifica operata sulla base dei medesimi accertamenti (cfr., in senso conforme, Cass. Civ. 14675/2006). Dal mancato avviso non può inoltre derivare ....leggi tutto....
Consulenza legale online su MioLegale.it
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(09/08/2007 - www.miolegale.it)
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Autovelox: nei centri abitati serve la pattuglia
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF